Home page » Progetti » RoSEE
Tutti i Progetti Progetti > RoSEE

ROSEE è un progetto co-finanziato dal Programma "South East Europe – Transnational Cooperation Programme". Il progetto coinvolge 6 paesi: Italia, Romania, Ungheria, Grecia, Slovenia, Bulgaria

ROSEE: Sicurezza stradale nelle regioni del sud est Europa

ROSEE sostiene i governi a livello nazionale e regionale nell’area sud-est europea, al fine di accrescere il coordinamento nella pianificazione, nella promozione e nel funzionamento delle reti stradali primarie e secondarie, con particolare riguardo all’ incremento della sicurezza stradale e all’accessibilità della rete. Se le reti sono ben gestite, gli incidenti sono meno frequenti e la gravità degli incidenti può essere ridotta. ROSEE ha un approccio duale: sulla rete stradale primaria il progetto lavorerà con i principali stakeholder nazionali per sviluppare o rafforzare il meccanismo per includere la sicurezza stradale come standard nella pianificazione e nel funzionamento della rete, e per definire obiettivi di sicurezza stradale per la rete primaria di ogni paese. Sulle reti stradali secondarie il progetto lavorerà con stakeholder nazionali, regionali e municipali per progettare e testare una strategia con lo scopo di rafforzare la sicurezza nella progettazione e negli interventi su segmenti chiave della rete stradale secondaria.

http://www.rosee-project.eu

Info progetto

Status In corso
Candidatura 4th Call South East Europe – Transnational Cooperation Programme
Programma South East Europe – Transnational Cooperation Programme
Durata 10/2012 – 12/2014
Budget totali € 2.191.853,44 co-finanziato FESR 85%
Leader ALOT s.c.a.r.l. - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica

Partners

cod

partners

zona

guida il work package

LP

ALOT s.c.a.r.l., Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica

IT

WP1/WP2

PP1

EUCon, Association EU CONCEPTS R&D

RO

PP2

GRSP, Hungary Association GRSP

HU

PP3

UniBS, Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica

IT

PP4

KTI, Institute for Transport Sciences Non Profit Ltd.

HU

WP6

PP5

NTUA, National Technical University of Athens / School of Civil Engineering / Department of Transportation Planning and Engineering

GR

WP3

PP6

AMZS, Automobile association of Slovenia

SLO

WP5

PP7

AVP, Slovenian Traffic Safety Agency

SLO

PP8

UL FGG – PTI, University of Ljubliana, Faculty of Civil and Geodetic Engineering, Traffic Technical

SLO

WP4

PP9

iRED, Open Youth Institute for Resarch, Education and Development - Bulgaria

BU

Work package

cod

work package

WP0

ROSEE è stato avviato sulla base di SOL , Save our lives Project.

WP1

Lo scopo della gestione complessiva del progetto (project management), è permettere allo stesso di rispettare le scadenze programmate, concentrandosi sul coordinamento e sulla comunicazione interna tra i partner e con le autorità  SEE, con gli obiettivi di ottenere una gestione snella, efficiente, e un coordinamento di alta qualità. Un accordo con il Progetto SENSOR è volto ad assicurare un’armonizzazione e una complementarietà nella regione SEE tra ROSEE e il Progetto Sensor.

WP2

Le attività di comunicazione e di disseminazione sono fondamentali per il successo e la conoscenza del progetto e delle sue applicazioni, perciò è stato approntato un dettagliato Piano di Comunicazione e una Strategia di Comunicazione per delineare e coordinare un razionale e effettivo sfruttamento di tutte le attività, di tutti i canali e i mezzi possibili, attraverso media elettronici e digitali e materiali cartacei/hardware. I risultati di ROSEE saranno disseminati in 2 conferenze internazionali e in un certo numero di workshop per stakeholder locali, mentre una conferenza sarà organizzata con il progetto Sensor.

WP3

Politica e analisi dei dati. Obiettivo principale del work package è aumentare la comprensione della situazione legislativa e delle politiche riguardanti la pianificazione, il coordinamento e il funzionamento delle reti dal punto di vista della sicurezza stradale, e della situazione della sicurezza stradale in ciascun paese. Una rapida valutazione sarà intrapresa affinchè sia utile come riferimento per monitorare i progressi delle politiche e dei risultati riguardanti la sicurezza stradale in ogni paese, per creare una migliore comprensione del posizionamento delle nazioni verso la sicurezza stradale e le politiche/obiettivi della gestione della rete. Questo sfocierà in raccomandazioni per rafforzare le stesse politiche, la raccolta dei dati delle reti, il coordinamento delle reti primarie a livello nazionale e transnazionale.

WP4

Strade sicure e mobilità. Questo work package dovrebbe rafforzare la conoscenza professionale sulle analisi riguardo la sicurezza stradale e stabilire e contribuire ad una comune comprensione tra gli esperti nella regione South East Europe, circa i benefici della sicurezza stradale. Dovrebbe inoltre:

  • aumentare la sinergia tra le politiche nazionali nella progettazione e il mantenimento delle strade e implementazione di misure concrete

  • implementare infrastrutture a basso costo sulla rete secondaria, come parte di un progetto pilota e valutarne l’impatto

  • Contribuire ad aumentare la sicurezza degli utenti deboli della strada in particolare nei centri abitati sviluppati lungo una strada

WP5

Utenti della strada sicuri. Questo WP punta sull’elemento umano e i suoi specifici obiettivi sono:

  • aumentare la conoscenza tra gli esperti attraverso programmi di formazione circa gli approcci efficaci per un coordinamento nella pianificazione e nel funzionamento della rete, con un accento sulle prestazioni in termini di sicurezza stradale.

  • creare un sapere condiviso tra gli esperti nei paesi dell’area SEE sugli approcci efficaci per influenzare il comportamento degli utenti della strada, sia per la popolazione che per gli utenti in transito

  • aumentare la conoscenza e la comprensione tra i decision makers e gli esperti dei paesi partecipanti, circa i benefici e il bisogno di considerare la sicurezza stradale come parte integrante della gestione della rete

WP6

Monitoraggio e valutazione. Questo work package si concentra su componenti di monitoraggio e valutazione del progetto; mira a stimare l’impatto delle attività di ogni WP sul miglioramento globale nel coordinamento, nella promozione, pianificazione e funzionamento del network. Le conoscenze e le esperienze raggiunte saranno raccolte dall’attività di monitoraggio di questo wp. Questo sfocierà in reports transnazionali e in proposte di investimento. La separazione di questo work package dal contenuto relativo agli altri work package, aiuterà ad assicurare la trasparenza e l’integrità dei dati e delle informazioni raccolte.

Background

ROSEE è costruito sull’esperienza di SOL, Save Our Lives Project, che mirava al rafforzamento della capacità degli stakeholder locali e regionali di gestire la sicurezza stradale e ridurre la mortalità e gli incidenti stradali nel quadrante dell’Europa centrale. Il principio di applicare una gestione dei dati sulla sicurezza stradale a Central Europe sarà trasferito alle regioni South East Europe. La rete stradale è una linea vitale, che comprende l’accesso alle risorse economiche, alle cure mediche, alle opportunità educative. Inoltre, la rete stradale nella regione rende possibile la comunicazione transnazionale, lo scambio e l’interazione con i paesi della regione e con l’Europa allargata. I collegamenti transnazionali hanno ricevuto negli scorsi decenni molti investimenti, nello sviluppo e nella modernizzazione delle reti principali. Una gestione efficiente della rete stradale include un coordinamento tra gli stakeholders come le autorità dei trasporti, le autorità di polizia, i servizi di soccorso, le istituzioni locali e regionali, gli operatori economici, le comunità locali; è cruciale per garantire che merci e persone possano viaggiare agevolmente e velocemente, e che siano evitati eventi indesiderati. A livello europeo, la regione SEE soffre di più per morti e feriti da incidenti stradali, che si traducono in un grande costo economico e sociale, che coinvolge specialmente gli utenti della strada deboli, pedoni, ciclisti e motociclisti.

Azioni

ROMANIA: EU CONCEPT R&D ha sviluppato due progetti pilota nell’area limitrofa di Bucarest per rimodellare il comportamento del traffico in Romania. Le azioni sono state rivolte ai bambini della scuola primaria.

HUNGARY: GRSP HU ha sviluppato due progetto pilota nella provincia di Pest per aumentare ed estendere la metodologia degli audit e delle ispezioni nella sicurezza stradale. KTI ha sviluppato un progetto pilota nel Distretto Centro della provincia di Budakeszi Pest per creare e rendere operativo un nuovo gruppo di esperti di sicurezza stradale, che sia capace in modo permanente di supportare le attività locali sulla sicurezza stradale che coinvolgono le comunità e le imprese locali.

GREECE: NTUA ha sviluppato un progetto pilota nella regione del Peloponneso per analizzare la rete stradale tra le aree urbane  in termini di connettività e sicurezza nella progettazione.

SLOVENIA: AMZS ha sviluppato un progetto pilota nella municipalità di Piran per rafforzare la cooperazione tra la polizia e altri stakeholder chiave; per conseguire un intervento multiplo sul comportamento degli utenti della strada sulla rete primaria. AMZS ha sviluppato le seguenti azioni: campagna di comunicazione, interviste, marketing attraverso internet, riviste, workshop. AVP ha sviluppato un progetto pilota nelle regioni di Osrednjeslovenska e Podravska per implementare misure che aumentino la sicurezza stradale dei ciclisti. UNI LIUBLIANA ha sviluppato un progetto pilota sulle strade secondarie in 5 comuni in Slovenia per stabilire quali siano i segmenti ad alto rischio.

BULGARIA: iRED ha sviluppato un pilota a livello nazionale e nel distretto di Vidin, per aumentare la conoscenza sulla sicurezza stradale.

ITALY: ALOT ha sviluppato un pilota nell’Est Lombardia per aumentare la sicurezza degli attraversamenti pedonali sulla rete secondaria nella provincia di Brescia. UNIVERSITA’ DI BRESCIA/DICATAM ha sviluppato un pilota nell’Est Lombardia per analizzare la sicurezza dei mezzi a due ruote sulla rete secondaria.

Azioni locali

Due azioni pilota sono state sviluppate in Provincia di Brescia:

 

Pilota ALOT:

Attività. Le attività hanno riguardato l’analisi di una strada urbana in Provincia di Brescia in termini di sicurezza degli attraversamenti pedonali e, dopo averne rilevato le carenze, la proposta di misure a basso costo per aumentare l’accessibilità e la sicurezza degli attraversamenti pedonali; lo sviluppo di un manuale per supportare i tecnici nella fase di pianificazione e progetto degli attraversamenti; la sensibilizzazione sulla sicurezza stradale attraverso la disseminazione e la comunicazione; l’organizzazione di eventi per promuovere un cambio culturale nei cittadini (specialmente i bambini partecipanti all’evento “la giornata del Pedone”), verso un comportamento più sicuro dei pedoni; la disseminazione dei risultati del progetto pilota.

Risultati. Il risultato principale è stata la firma di un impegno formale con il Comune di Brescia per assicurare la realizzazione delle soluzioni proposte nel sito selezionato. Inoltre, l’approccio e le misure proposte possono essere replicati anche altrove (Comune, Provincia, Regione …), dove si ritrovino gli stessi problemi.

 

Pilota DICATAM/UNIBS:

Attività. Sono state implementate una serie di attività, incluse una raccolta dati, la conduzione di sondaggi, ispezioni di

sicurezza in sito, analisi spaziali su supporto GIS, campagne di educazione stradale. E’ stata sviluppata una metodologia per la conduzione di Road Safety Inspection focalizzate sulla sicurezza di ciclomotori e motocicli. L’azione pilota, che ha compreso misure di tipo comportamentale e infrastrutturale, ha integrato attività di ricerca, di disseminazione, di educazione stradale e di formazione.

Risultati. I principali risultati dell’azione pilota, esclusi quelli relativi ai corsi di formazione, sono stati presentati nel report di ricerca “Road Safety and Powered Two Wheelers in the Province of Brescia” (La sicurezza di ciclomotori e motocicli in Provincia di Brescia).

Obiettivo strategico

L’obiettivo principale di ROSEE è quello di migliorare il coordinamento nella pianificazione, nella pianificazione e nel funzionamento delle reti stradali, ponendo l’accento sulla sicurezza stradale e sull’ incremento dell’ accessibilità della rete. Obiettivi aggiuntivi del progetto includono:

  • Rafforzare la capacità delle istituzioni di pianificare e fare funzionare la rete stradale dalla prospettiva della sicurezza stradale, e contribuire a incrementare futuri investimenti per implementare la capacità istituzionali che vadano verso un allineamento della legislazione nazionale alle politiche sulla sicurezza stradale della UE.

  • Contribuire alle competenze per una sicura pianificazione delle strade e all’aumento della possibilità di futuri investimenti per infrastrutture sicure, aumentando la conoscenza nei progettisti e negli ingegneri riguardo gli alti rischi sulle reti principali e su segmenti pilota di rete secondaria, provando a sviluppare e integrare nella pianificazione una metodologia basata su dati e audit.

  • Contribuire ad un comune sapere tra gli esperti circa gli approcci efficaci per influenzare il comportamento degli utenti della strada, sia per la popolazione residente che per gli utenti in transito, attraverso il rafforzamento di campagne e strumenti replicabili, facendo uso di materiali esistenti sviluppati nel contesto di precedenti progetti in Europa e nel mondo.

Approccio metodologico. La gestione sicura delle infrastrutture e il miglioramento del comportamento stradale sono componenti chiave per aumentare l’accessibilità della rete stradale nell’area SEE. Queste sfide rientrano nella cornice di ROSEE attraverso i WP tecnici, strettamente collegati l’uno all’altro ma che possono lavorare anche in modo indipendente.
Approccio transnazionale. La sicurezza stradale è un settore dove la cooperazione internazionale per l’apprendimento reciproco è benefica in termini di progettazione di interventi effettivi e di aumento delle miglioramenti. L’approccio transnazionale è posto al centro della strategia di lavoro dei Project Partners attraverso la formazione di un gruppo di lavoro transnazionale permanente, il Transnational Working Group.

Obiettivi-risultati

obiettivo

risultato atteso

risultato raggiunto

Comunicare sugli argomenti rilevanti per la sicurezza stradale, inclusi leggi e sanzioni per ogni paese sugli argomenti chiave, come la velocità e la guida in stato di ebbrezza, strutture, incidenti, carburanti
 

Progettare e rendere operativo il sito web ROSEE con una parte sugli argomenti della sicurezza stradale
 

Concluso


Mappare le priorità riguardo la sicurezza sulla rete europea con le politiche nazionali sulla sicurezza stradale nei paesi partecipanti
 

1 Strumenti di misurazione per la valutazione

 

Concluso

 

Valutare la solidità del coordinamento, pianificazione e funzionamento della rete riguardo la sicurezza delle strade, confrontando le buone pratiche internazionali e europee
 

1 Strumenti di valutazione per la valutazione

 

Concluso

 

Un sistema di gestione della rete basato sulle performance di sicurezza che coinvolga gli stakeholder


 

1 Corso di formazione professionale incentrato sulla gestione della velocità e un approccio al sistema stradale sicuro
 

Corso di formazione professionale tenuto in Slovenia


 

Rafforzare la conoscenza professionale sull’analisi e valutazione della sicurezza stradale e contribuire ad una comune conoscenza tra gli esperti

 

Manuale su come condurre valutazioni sulla sicurezza stradale dell’area SEE, basato sulle buone pratiche europee e internazionali
 

“Road Safety audit/inspection tool” software creato come support alle ispezioni


 

Rafforzare la conoscenza professionale sull’analisi e valutazione della sicurezza stradale e contribuire ad una comune conoscenza tra gli esperti sulla sicurezza stradale
 

2 corsi di formazione professionale sulla valutazione della sicurezza stradale e sulla gestione della velocità
 

Corsi di formazione professionale sulla valutazione della sicurezza stradale e sulla gestione della velocità tenuti in ogni paese partner

 

Aumentare la conoscenza tra gli esperti attraverso programmi di addestramento circa gli approcci efficaci multi-componente per il coordinamento della rete, la pianificazione e il funzionamento, con focus sulle performance della sicurezza stradale
 

Corsi di formazione professionale sugli utenti della strada deboli

 

Corsi su utenti deboli della strada in Bulgaria, Grecia, Ungheria, Italia


 

Creare un sapere condiviso tra le professioni rilevanti nei paesi dell’area SEE circa gli approcci efficaci per influenzare il comportamento degli utenti della strada, sia per la popolazione che per gli utenti in transito
 

Campagne di social marketing efficaci sulla sicurezza stradale
 

Campagne di promozione sociale tenute nell’ambito delle azioni pilota e in alter occasioni

 

Aumentare la conoscenza e il sapere condiviso tra I decision makers e i professionisti nei paesi partecipanti circa i benefici e la necessità di considerare la sicurezza stradale come parte essenziale e integrante della gestione della rete
 

Rafforzamento della pressione sui decision makers


 

Corsi di controllo strategico tenuti in tutti i paesi partner


 

Aumentare la conoscenza e la comprensione tra i decision makers e i professionisti nei paesi partecipanti circa i benefici e la necessità di considerare la sicurezza stradale come parte integrante della gestione della rete

 

Uno strumento per la progettazione di proposte progettuali di investimento per progetti integrati sulla sicurezza stradale
 

Raccomandazioni e proposte di investimento stilate su:

Politiche e capacità istituzionali;

Infrastrutture stradali;

Comportamento degli utenti della strada



 

ROSEE porterà avanti il lavoro iniziato da SOL, Save Our Lives Project, per la promozione della sicurezza stradale a differenti livelli, sia per gli utenti della strada sia per l’amministrazione pubblica. In più, ROSEE darà agli amministratori pubblici nuovi strumenti tecnici per aumentare le loro competenze nella pianificazione, sia per la progettazione che per i piani di investimento. Perciò cresceranno le condizioni di sicurezza per i cittadini.

ROSEE è perfettamente coerente con il piano di sicurezza stradale italiano e i suoi obbiettivi, in particolare riguardo all’aumento della sicurezza degli utenti della strada deboli. In più la Provincia di Brescia sta da tempo lavorando per la sicurezza stradale della sua rete e ROSEE porterà un aiuto sviluppando 2 azioni pilota locali: uno per i pedoni incentrato sugli attraversamenti, l’altro dedicato alla vulnerabilità delle due ruote.

L’aumento della sicurezza stradale è strettamente correlato al raggiungimento di una riduzione delle vittime della strada, che hanno costi sociali. Questo garantirà direttamente migliori condizioni di viaggio e di trasporto per i dipendenti delle aziende, ma anche un indiretto beneficio derivante da una riduzione dei costi sociali.

Tutto il Territorio Progetti > RoSEE > Territorio
Tutte le Soluzioni Progetti > RoSEE > Soluzioni

Copyright © 2017 ALOT | Tutti i diritti riservati | Privacy policy | design by Emporio ADV

Diagonale