Home page » Territorio » Cremona
Tutto il Territorio Territorio > Cremona

Cremona

DIMENSIONE 1.770,57 Kmq
DEMOGRAFIA 365.115 abitanti
ISTITUZIONI/COMUNI 115 comuni
DENSITA' ABITATIVA 206,05 abitanti/kmq

Caratteristiche socio-economiche cr

Principali categorie imprenditoriali

  • Provincia dalla tradizione agricola (il 90% del territorio è coltivato o comunque sfruttato con quasi 5.000 aziende agricole)  presenta ora anche un notevole sviluppo industriale e artigianale
  • Industrie alimentari per la produzione di salumi, dolciumi, pasta, formaggi e derivati del latte, ecc.
  • Industrie meccaniche, petrolifere ed energetiche, la maggior parte concentrate presso il capoluogo e presso i centri maggiori, Crema in modo particolare[1]

Distretti

  • Distretto n. 7 - Bassa Bresciana per il settore CUOIO – CALZATURE (comuni di Ostiano e Volongo)
  • Distretto n. 13 -  Bassa Bresciana per il settore CONFEZIONI – ABBIGLIAMENTO (comuni di Corte de Frati e di Gabbioneta Binanuova)
  • Distretto n. 16   - Casalasco – Viadanese del LEGNO con 8 comuni della Provincia di Cremona

Metadistretti

  • Biotecnologie alimentari. Si sviluppa su 121 comuni delle 11 province lombarde, tra i   quali figurano 23 comuni cremonesi
  • Moda. Si sviluppa su 126 comuni di 9 province lombarde (escluse Sondrio e Lecco), tra cui 2 comuni cremonesi

[1] Da: Profilo socioeconomico della Provincia di Cremona – Il territorio. Camera di commercio di Cremona

Statistiche generali cr

Previsioni di crescita e di sviluppo

La Provincia di Cremona è condizionata dalla difficile congiuntura economica ma presenta risultati meno negativi di quelli previsti e migliori rispetto al panorama regionale e nazionale. La situazione dell’economia cremonese, riguardo soprattutto al livello produttivo, è la migliore delle province lombarde. Il settore agricolo e quello industriale della Provincia di Cremona restano sopra la media regionale (il primo con il 6,6% degli occupati ed il secondo con il 40%), seguendo quindi le caratteristiche di Brescia e soprattutto di Mantova[1].

[1] Camera di commercio di Cremona – Commento 2012

Mobilità / TPL cr

Statistiche generali

L’unico nodo stradale e ferroviario della provincia coincide con il capoluogo, Cremona, verso cui convergono, a raggiera, tutte le principali strade provenienti dalla provincia e da quelle limitrofe. Stesso discorso per le ferrovie, che giungono a Cremona da Codogno (Lodi), Mantova, Piacenza – Parma, Treviglio, Brescia.  Importante centro intermodale è il porto di Cremona, grazie alla peculiarità di poter disporre delle tre modalità di trasporto: acqua, ferro e gomma.

  • Operatori
  • Servizi
  • Statistiche merce: Le stazioni dotate di scalo merci sono 8 (Acquanegra Cremonese, Casaletto Vaprio, Casalmaggiore, Crema, Cremona, Ponte d’Adda, Robecco sull’Oglio – Pontevico e Cava Tigozzi, stazione di connessione al Porto di Cremona). E’ evidente nel trasporto della merce uno squilibrio modale, come del resto tendenza nazionale, a favore della strada, valorizzabile dalla quota percentuale del 90% rispetto al totale del trasporto merci interscambiato dalla Provincia. Considerando però anche la componente di traffico internazionale, il trasporto su gomma calerebbe all’incirca al 66% del totale, la ferrovia il 6% e il cabotaggio il 28%. Il movimento ferroviario di merci nell’anno 2001 ha totalizzato 1,32 milioni di tonnellate di cui il 91% sono costituiti da arrivi ed il 9% da spedizioni. I flussi sembrano concentrarsi su pochi impianti; aggregando il traffico di Casalmaggiore e Cava Tigozzi, si totalizza il 67,2% del totale. Entrambi gli scali superano le 200.000 tonnellate[1].

TPL

[1] Le infrastrutture modali merci – Provincia di Cremona; La domanda di trasporto attuale – Provincia di Cremona.

Tutte le Soluzioni Territorio > Cremona > Soluzioni
Tutti i Progetti Territorio > Cremona > Progetti

MASTERPLAN è un progetto europeo cofinanziato dal programma "Reti Transeuropee di trasporto Ten-T". Tale progetto coinvolge 3 partner italiani

NINANET è un progetto cofinanziato dall'UE nell'ambito del programma "DG MOVE" (Direttorato Generale Mobilità e Trasporto), tale progetto coinvolge 2 partner italiani.

EMPIRIC è un progetto europeo cofinanziato dal FESR, nel quadro del programma europeo "Central Europe". Tale progetto coinvolge 6 paesi dell'Europa Centrale: Austria, Italia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia e Ungheria

EPTA è un progetto europeo cofinanziato da "Interreg IVC-Regional Initiative Project”; coinvolge 7 paesi UE: Belgio, Bulgaria, Grecia, Italia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania e un paese non UE, il Regno Unito

LOG-PAC è un progetto europeo cofinanziato dal "DG Move - Direttorato Generale per la Mobilità e i Trasporti”. Il progetto coinvolge 3 partner italiani

SEE MARINER è un progetto cofinanziato dal programma "South East Europe - Programma di Cooperazione Transnazionale". Tale progetto coinvolge 7 paesi dell'UE: Austria, Bulgaria, Grecia, Italia, Romania, Slovenia, Ungheria e 2 paesi non UE, Albania e Monten

Copyright © 2017 ALOT | Tutti i diritti riservati | Privacy policy | design by Emporio ADV

Diagonale