Home page » Progetti » AlpStore
Tutti i Progetti Progetti > AlpStore

AlpStore è un progetto europeo finanziato dal programma europeo di cooperazione territoriale 2007-2013 "Alpine Space". Il progetto coinvolge 5 paesi dell'UE: Austria, Francia, Germania, Italia, Slovenia e 2 paesi non UE: Liechtenstein e Svizzera

AlpStore - Strategie per l’utilizzo di vari depositi, mobili e fissi, al fine di consentire una migliore accessibilità e integrazione delle energie rinnovabili.

Alpstore è una proposta progettuale di cooperazione territoriale europea presentata sulla priorità 2 “accessibilità e connettività”, che mira a valutare l’impatto dei veicoli elettrici e quello dei sistemi di accumulo stazionari sul sistema energetico e sulla rete di distribuzione in diversi contesti. L’area Alpina offre notevoli opportunità per incrementare la produzione di energia rinnovabile: sole, acqua e biomasse sono un capitale da sfruttare. “Smart grid” e sistemi di accumulo saranno la chiave per  potenziare l’offerta di energia rinnovabile futura, sviluppando lo “STORM concept” (smart storage and mobility),  che si propone di trovare soluzioni generali per accrescere l’offerta regionale di energia rinnovabile e compensare la dispersione (volatilità) con mezzi opportuni di buffering. I veicoli elettrici diverranno elementi essenziali del sistema energetico, considerando anche la loro probabile grande diffusione. Il sistema di batterie stazionarie migliorerà l’autonomia e complessivamente l’economicità della mobilità elettrica. Combinando inoltre le griglie con tecnologie a gas ad o aria compressa si moltiplicheranno i benefici della mobilità elettrica. La filosofia di Alpstore è dunque integrare la mobilità nel sistema energetico; il contesto di riferimento sono le regioni alpine Europee.

http://www.alpstore.info/

Info progetto

Status In corso
Candidatura IV call
Programma Alpine Space- Programma Europeo di Cooperazione Territoriale 2007-2013
Durata 01/02/2012 – 30/04/2015
Budget totali € 2,836,000 – Co-financing 76%
Leader B.A.U.M Consult GmbH

Partners

cod

partners

zona

guida il work package

LP

B.A.U.M. Consult GmbH

DE

WP1/WP2/WP8

PP1

ALOT, Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica

IT

WP3/WP7

PP2

AGIRE, Agenzia per la gestione intelligente delle risorse energetiche

IT

PP3

Regione Autonoma Valle d'Aosta - Assessorato Attività Produttive - Struttura pianificazione ed efficienza energetica 

IT

PP4

Euroimpresa Legnano s.c.r.l

IT

WP6

PP5

VLOTTE, Vorarlberger Elektroautomobil Planungs- und Beratungs GmbH

AT

PP6

EEE, Centro Europeo per l'Energia rinnovabile

AT

PP7

Freshmile, Novae Alsace

FR

WP5

PP8

UTBM, University of Technology de Belfort-Montbéliard

FR

PP9

P+M Rothmoser GmbH&Co. KG

DE

PP10

AUEW, Allgäuer Überlandwerk GmbH

DE

PP11

eza! Energy and environmental centre allgeau

DE

PP12

RDA-BSC, Business support centre Kranj

SI

PP13

University of Ljubljana, Faculty of Electrical Engineering

SI

PP14

Municipality Jezersko

SI

PP15

FFE, Centro di Ricerca per l'Economia Energetica

DE

PP1 (non EU)

Università del Liechtenstein, Cattedra per lo sviluppo territoriale sostenibile

FL

WP4

PP2 (non EU)

USI, Università della Svizzera italiana, Advanced Learning Research Institute (ALaRI)

CH

PP3  (non EU)

KWO, Kraftwerke Oberhasli AG / Battery Consult GmbH

CH

Work package

cod

work package

WP1

Nascita del progetto, fase di partenza: sviluppare l'idea progettuale, elaborare e presentare l'EOI e l'AF. Costruire le partnership e sotto la guida di BAUM stabilire il programma di lavoro, il budget disponibile e la distribuzione dei compiti. Negoziare con tecnici, esperti finanziari, sostenitori del progetto, e con possibili ulteriori partner

WP2

Gestione del progetto: gestire il progetto in termini organizzativi, di reportistica e di trasferimenti finanziari a livello transnazionale e successivamente a livello regionale. Coordinare il flusso informativo, la cooperazione e la stabilità dei legami tra partner internazionali. Ogni partner deve organizzare la propria gestione di progetto e riportare contenuti e situazione finanziaria

WP3

 Informazione e pubblicità: elaborare e decidere un piano di comunicazione  che sfrutti come canali i media e un sito web, da realizzare e rendere operativo. Pubblicare linee guida e presentazioni del progetto. Ogni partner deve contribuire a sviluppare contenuti per il website e cercare di coinvolgere i media locali

WP4

: Indagini: I partner condivideranno con i decision makers le loro idee e le loro intuizioni per mezzo di report e del Libro Bianco “STORM”. Valutare quindi la  situazione tecnica e socio-economica; indagare le sfide e le opportunità dell'area Alpina sviluppando un unico, transnazionale modello concettuale

WP5

Pianificazione: Sviluppare un modello comune di pianificazione, oltre ai masterplan che ogni regione deve adottare e che saranno di supporto ai decision maker e ai processi di pianificazione. Dovranno concentrarsi sul tema dell'integrazione tra mobilità e sistema energetico, con spunti e visioni

WP6

Attuazione: Per guidare le scelte dei decision maker c'è la necessità di disporre di informazioni valide e confermate. Simulazioni ed attuazioni pilota rendono le conclusioni attendibili. Necessario quindi coordinare le attività pilota e le consultazioni incrociate; creare e gestire le strutture regionali di supporto; effettuare simulazioni e prove sul campo

WP7

Valutazione: sviluppare strategie di valutazione, con indicatori, misure scientifiche. Considerazioni sui progressi del progetto in corso e valutazioni finali.

WP8

Diffusione: Confermata l'efficacia del progetto con lo STORM concept, le attuazioni pilota ed altri risultati e convinti i decision maker, l'obiettivo diventa attrarre numerosi stakeholder grazie a conferenze, scuole estive, workshop e viaggi-studio. Sviluppare quindi strategie e strumenti di diffusione da utilizzare con i decision maker, con i tecnici e con il mondo accademico

Background

In una fase storica di grande fermento verso i temi delle risorse energetiche e della sostenibilità i cambiamenti e le innovazioni sono rapidissime. Da qualche tempo per la mobilità si cercano alternative valide ai carburanti, ancora inquinanti e troppo dipendenti dalle sorti del petrolio. L’alimentazione elettrica può essere una delle possibili soluzioni, in termini economici ed ambientali sicuramente vantaggiosa, ma sussistono dei problemi legati alla scarsa autonomia dei veicoli, all’attuale carenza di centri di rifornimento/ricarica sul territorio ed al fatto che la mobilità elettrica non è ancora del tutto considerabile non inquinante. La produzione di energia avviene infatti soprattutto tramite processi inquinanti; c’è ancora molto da fare sul piano delle energie rinnovabili e pulite. Con Alpstore si aprono nuovi scenari, con incredibili opportunità da sfruttare. E’ chiaro dunque che il progetto risulti particolarmente ambizioso in quanto cerca di dare una risposta innovativa e sostenibile alla necessità di energia elettrica della mobilità, addirittura integrando di fatto la mobilità elettrica nel sistema energetico.

Azioni

  • Valutazione di contesti nazionali ed internazionali.

  • Sviluppo dello STORM concept per soluzioni combinate tra mobilità ed energia.

  • Creazione di master plan di lungo termine per ogni regione con relativo controllo incrociato transnazionale.

  • Attuazione di parti fondamentali del masterplan con il vantaggio dell’esperienza transnazionale e con scambio di tecnologia.

  • Valutazione dei risultati con i progetti pilota

  • Diffusione delle conoscenze e delle esperienze acquisite grazie ad una serie di pubblicazioni sul tema e all’organizzazione di eventi.

Azioni locali

ALOT coordina lo sviluppo di un piano mediatico locale e nazionale. Insieme ad altri partner è impegnato nel WP4 nel descrivere le rispettive strutture nazionali di accumulo in relazione alla mobilità più i modelli di traffico. Coordina i sub-consorzi italiani, supportando così il leader partner BAUM come necessario. Descrizione degli stakeholder nazionali e formulazione di altre possibili collaborazioni. Organizzazione di un workshop con gli stakeholder in Lombardia, con l’obiettivo di ottenere visibilità e di attirarli (WP8 diffusione). ALOT ha sviluppato il progetto pilota Energy in Motion.

Obiettivo strategico

Approccio integrato: lo STORM concept si indirizza alla legislazione e alla regolamentazione di tutti i paesi coinvolti. Il principio guida di AlpStore è collegare i trasporti al settore energetico. E’ importante i coinvolgimento di tutti i 7 paesi dell’Alpin Space. Principio della consultazione incrociata per i masterplan e per i piani d’attuazione che garantisce la coerenza transnazionale dello STORM concept.

Approccio innovativo: collegare mobilità sostenibile ed offerta di energia attraverso sistemi di accumulo è sicuramente una proposta innovativa. AlpStore porterà nuovi scenari tecnici e di business nell’area Alpina, migliorando la competitività di piccoli fornitori, imprese tecnologiche e locali. Sarà    stimolata la cooperazione, necessaria per sviluppare  tecnologie interoperabili e per ottimizzare i risultati economici.

Pari opportunità – sviluppo sostenibile: Alpstore segue il principio della pari opportunità in tutte le attività: uguale considerazione tra temi economici, sociali ed ambientali (paradigma della sostenibilità). Promuovere tecnologie e risorse energetiche alternative nel campo dei trasporti è un obiettivo per salvaguardare una crescita economica sostenibile. Il progetto segue gli obiettivi di Lisbona e di EU 2020: creare reddito nelle aree rurali e creare occupazione nel settore delle tecnologie innovative.

Approccio “orientato alla montagna”: creare opportunità per limitare i costi della mobilità “verde” e della crescente competitività. La produzione di energia elettrica ha una tradizione nelle zone Alpine ed è una risorsa di sviluppo economico. Favorire un uso ottimale del potenziale naturale endogeno per un economia a basso livello di carbone.

Obiettivi-risultati

obiettivo

risultato atteso

risultato  raggiunto 

Instaurare una stabile offerta di energia elettrica in tutte le regioni Alpine sfruttando l’accumulazione e i veicoli elettrici (EV). Con una fornitura energetica stabile ed affidabile, aumenta l’attrattività del territorio sia come qualità di vita che come opportunità di business.
 

Attuazione di parti fondamentali del master plan contando sull’esperienza transnazionale e con scambio di tecnologia.Sito internet che mostri obiettivi, piani, risultati, partnership, forum per gli interessati al progetto, database. Otto Notiziari; report sullo status quo e sui masterplan delle 12 regioni pilota.


 

11 Regional Status Quo & Masterplans pubblicati;

8 National Frameworks pubblicati;
Sito web aggiornato;


8/10 newsletter pubblicate;







 

Sviluppare lo STORM-concept (smart storage and mobility)


 

Libro Bianco che descrive lo STORM concept (accumulazione e mobilità).



 

Pubblicazione del White Book - Smart Storage and Mobility (STORM), Luglio 2014


Sensibilizzare i decision maker politici ed economici sulle nuove opportunità generate dell’integrazione tra mobilità e fornitura di energia elettrica.


 

Diffusione delle conoscenze e delle esperienze acquisite grazie a pubblicazioni sul tema e all’organizzazione di eventi. Piattaforma web per la cooperazione del consorzio, degli osservatori e degli interessati. Database progettuale (disponibile dopo la conclusione del progetto). Studio scientifico che descrive la fattibilità su vasta scala delle soluzioni testate (inclusi gli scenari di business). Studi riguardo gli effetti spaziali dei vari concept.
 

7/11 video che illustrano le azioni pilota del progetto;

3 Simposii Tecnici organizzati;

7/9 workshop organizzati;

Piattaforma web per il consorzio e per soggetti interessati;

Database dei contatti implementato;





 

Integrare la mobilità nel sistema energetico, in modo da annullare il cost gap della mobilità elettrica.
 

12 test di applicazione, in cui sia presente in ognuno una soluzione di accumulazione mobile o stazionaria, una fonte di energia rinnovabile e avanzata tecnologia ICT. Strumenti di simulazione per ulteriori indagini.

 

In corso

 

Il progetto Alpstore, prevedendo l’uso esclusivo delle fonti rinnovabili per generare energia, contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente in un duplice modo: il primo, come già detto, operando con le rinnovabili; il secondo, puntando sulla mobilità elettrica, quindi verso una mobilità a basso impatto di carbonio. La qualità di vita dei cittadini nell’ambiente Alpino sarà destinata a migliorare, da un punto di vista ambientale ed economico (la mobilità elettrica vanta costi bassissimi).

Le Pubbliche Amministrazioni non possono che avere nei confronti del progetto una posizione di forte interesse: Alpstore apre diversi scenari che vanno a favore soprattutto della sostenibilità ambientale ed alla economica. Esso può agevolare la transizione verso l’utilizzo dei veicoli elettrici. Tutto il processo resta poi nei canoni della sostenibilità poiché l’energia elettrica destinata alla mobilità è prodotta da fonti energetiche pulite. Con una fornitura energetica stabile aumenta l’attrattività del territorio sia come qualità di vita che come opportunità di business. La presenza tra i partner della regione autonoma della Valle d’Aosta, insieme ad altre realtà locali dimostra l’effettivo interesse verso il progetto.

Le aziende attente all’aspetto della sostenibilità e al rispetto dell’ambiente sono sempre più numerose, anche per rispondere a politiche di incentivi/sanzioni. Sfruttare dunque per l’azienda la proposta di Alpstore diventa una prospettiva interessante: dotare l’impresa di veicoli elettrici ricaricabili grazie al sistema di accumulo stazionario permette una drastica riduzione di spese ed emissioni. Il progetto mira a far crescere la competitività complessiva di un territorio ed anche quella aziendale, incrementando, come detto prima, le possibilità di business.

Tutto il Territorio Progetti > AlpStore > Territorio
Tutte le Soluzioni Progetti > AlpStore > Soluzioni

Copyright © 2017 ALOT | Tutti i diritti riservati | Privacy policy | design by Emporio ADV

Diagonale